Alessandro Grazzini

Alessandro Grazzini

Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica del Politecnico di Torino. I suoi temi di ricerca sono il consolidamento strutturale e miglioramento sismico degli edifici in muratura, la diagnostica applicata allo studio delle vulnerabilità strutturali degli edifici monumentali, le prove sperimentali per la compatibilità dei materiali consolidanti applicati alle murature storiche. Autore di oltre 50 pubblicazioni su riviste e atti di congressi nazionali e internazionali. Svolge docenza nei corsi di Scienza delle Costruzioni, Analisi e Verifica delle Strutture Esistenti, e in diversi seminari e workshop di formazione professionale. Precedentemente ha fatto parte per 12 anni del Progetto La Venaria Reale all’interno del team di professionisti che ha progettato e diretto i lavori di restauro della Reggia di Venaria Reale, oltre a seguire per conto della Soprintendenza diversi cantieri di restauro in Piemonte. Fa parte della Commissione Protezione Civile dell’Ordine degli Ingegneri di Torino, con la quale ha partecipato alla compilazione delle schede Aedes per l’agibilità post-sisma in Emilia e in Centro Italia. E’ stato responsabile scientifico dello studio delle vulnerabilità sismiche delle chiese di Sant’Agostino e Santa Maria delle Grazie ad Amatrice, all’interno di un protocollo d’intesa che il Politecnico di Torino ha firmato con il Segretariato Mibact Lazio, la Soprintendenza di Rieti, l’Ufficio del Soprintendente Speciale, la Curia di Rieti.

Articoli dell’autore

Tragedia Firenze: riflessioni sulla complessità della gestione della sicurezza nei cantieri

Dalle scelte economiche del committente, alla qualità del progetto, alla direzione del cantiere fino alla professionalità delle imprese esecutive: tutti gli anelli della catena sono responsabili della…

Come valutare la sicurezza sismica di un edificio?

È necessario iniziare con la diagnostica in quanto strumento indispensabile di conoscenza. Una breve guida con tutti i passaggi

Cosa fare per ridurre la vulnerabilità sismica della propria abitazione?

Le NTC2018 prevedono interventi strutturali affinché gli edifici non si danneggino per terremoti di bassa intensità, non abbiano danni strutturali per terremoti di media intensità e non crollino in oc…

Crollo volta Giaccherino Pistoia: riflessioni sulle destinazioni d’uso compatibili con gli edifici storici

Le verifiche tecniche devono dire se l’edificio, o parte di esso, è sicuro nei confronti della nuova categoria d’uso. Dovranno dare giustificazione dei lavori di rinforzo necessari o, se incompatibili…

Rifacimento coperture Sismabonus 110: consigli per una corretta progettazione fiscale

Ecco quali sono i punti fermi su cui impostare la progettazione in accordo con le detrazioni fiscali Sismabonus 110%, ma attenzione alle lavorazioni propedeutiche

Interventi locali Sismabonus 110: possibilità e limiti

L’orizzonte di questi interventi può rappresentare anche un presidio antisismico e un miglioramento del comportamento scatolare dell’edificio, propedeutico alla riduzione del rischio sismico

Vulnerabilità edifici monumentali. Interventi antisismici non sempre efficaci in passato

Non sempre gli interventi antisismici del passato sono stati efficaci, anzi a volte hanno creato più guai alle strutture a causa della loro maggiore rigidezza e incremento di masse, stravolgendo l’ori…

5 anni sisma centro Italia. Criticità e idee per migliorare la sicurezza dell’edilizia civile

La maggior parte dei gravi crolli risiede nelle scarse qualità della tessitura muraria. Ecco una panoramica su cosa ha funzionato e cosa no durante il sisma del centro Italia del 2016

Pagina 1 di 7