Abusi edilizi, la Campania tenta di rimediare

La Regione tenta a suon di leggi di combattere gli abusi che, durante il terremoto a Ischia, hanno fatto crollare le case come fossero di pasta frolla. Ce la farà?

Scarica PDF Stampa

La Giunta regionale della Campania ha approvato la delibera Linee guida relative ai problemi degli abusi edilizi, riferite alla legge n. 19/2017 e che si aggiungono alle proposte d’inasprimento delle norme di contrasto agli abusi commessi dopo il terremoto a Ischia.

La LR 19/2017 prevede che i Comuni, in alternativa alla demolizione, possano acquisire gli immobili abusivi che non siano in contrasto con gli interessi urbanistici, ambientali o di rispetto dell’assetto idrogeologico, per poi locarli o venderli, dando priorità agli occupanti per necessità. I Comuni della Campania, senza alcun vincolo e nel rispetto della disciplina statale e regionale, possono quindi adottare misure alternative alla demolizione nei casi indicati dalla stessa legge.

Abusi edilizi: i contenuti delle Linee guida

Nelle Linee guida vengono fornite ai Comuni le istruzioni per adottare misure alternative alla demolizione. Le Linee guida indicano:
– come valutare prevale l’interesse pubblico rispetto alla demolizione;
– criteri per capire se l’opera contrasti o meno rilevanti interessi urbanistici, ambientali o di rispetto dell’assetto idrogeologico;
– la regolamentazione della locazione e vendita degli immobili acquisiti al patrimonio comunale per inottemperanza all’ordine di demolizione, anche con preferenza per gli occupanti per necessità;
– a chi può essere attribuito il requisito di occupante per necessità?;
– come si determina limite di adeguatezza dell’alloggio alla composizione del nucleo familiare.
– come determinare il canone di locazione e del prezzo di vendita.

La Campania non è la sola in difficoltà sugli abusi edilizi. Se ne sta iscutendeo anche in campagna elettorale.

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento