ANAS e manutenzione gallerie, bando aperto fino al 1° aprile

L’obiettivo è garantire maggiore accessibilità alla gara: i concorrenti potranno partecipare presentando l’offerta soltanto per un lotto

Scarica PDF Stampa

La novità sulla manutenzione gallerie è quella di un accordo quadro quadriennale per eseguire lavori di manutenzione straordinaria per il risanamento strutturale di gallerie stradali dal valore complessivo di 100 milioni.

L’obiettivo è quello di garantire maggiore accessibilità alla gara: i concorrenti potranno partecipare presentando l’offerta soltanto per un lotto. Ma vediamo i dettagli (fonte: Alessandro Lerbini di Edilizia e Territorio).

>> Sulle gallerie: Autostrade, ci sono 587 gallerie da sistemare

ANAS e manutenzione gallerie, pronto l’accordo da 100 milioni

La gara è stata promossa da ANAS, ed è suddivisa in 8 lotti, ovvero:
– Veneto-Friuli Venezia Giulia-Emilia Romagna (lotti 1 da 10 milioni),
– Piemonte-Liguria-Valle d’Aosta (lotto 2 da 14 milioni),
– Lombardia (lotto 3 da 12 milioni),
– Toscana-Marche-Umbria (lotto 4 da 16 milioni),

– Lazio-Abruzzo-Molise-Campania (lotto 5 da 15 milioni),
– Basilicata-Puglia-Calabria (lotto 6 da 12 milioni),
– Sicilia (lotto 7 da 16 milioni) e
– Sardegna (lotto 8 da 5 milioni).

Leggi anche: Anas, cosa aspettano i 30 miliardi per i maxi-interventi?

Come funziona la gara?

Ogni lotto ha a disposizione un importo massimo non vincolante per ANAS ed è indicato come valore stimato. Questo rappresenta infatti la sommatoria dei singoli contratti applicativi che verranno presumibilmente stipulati in virtù degli accordi quadro.

Non è previsto un importo attivabile minimo per contratto applicativo. Come precedentemente detto, per garantire maggior accesso alla procedura di gara, i concorrenti potranno partecipare presentando l’offerta per un solo lotto, qualificandosi unicamente per il lotto prescelto.

Qualora un operatore economico intenda partecipare a uno dei lotti della procedura di gara, non potrà ovviamente presentare offerta per nessun altro lotto. Non saranno, quindi, ammesse le offerte presentate, per eventuali ulteriori lotti, dagli operatori economici che già partecipino a un lotto. Il bando rimane aperto fino al 1° aprile.

Ti potrebbe interessare il nostro speciale: Ponti, gallerie e infrastrutture

Ti consigliamo

La sicurezza dei ponti stradali esistenti

L’approvazione ad aprile 2020 delle Linee Guida per la verifica e il monitoraggio dei ponti stradali esistenti impegna le amministrazioni, gli enti gestori e i professionisti a fare un balzo in avanti per il miglioramento del nostro patrimonio infrastrutturale.Un testo all’avanguardia che va dalla conoscenza al monitoraggio passando per le normative tecniche, con analisi multilivello per tenere conto anche di parametri sociali ed economici. Uno strumento fondamentale per aumentare la conoscenza, la consapevolezza e aiutare nelle scelte, necessarie e spesso coraggiose, sui nostri ponti esistenti.Il volume è corredato dal testo integrale delle Linee Guida del Consiglio superiore dei lavori pubblici comprensivo di indice sistematico, inoltre, associato al manuale vengono fornite le schede editabili in formato Excel relative all’allegato B (schede ispezione ponti di livello 1).Andrea BarocciIngegnere, fondatore di IDS-Ingegneria Delle Strutture, si occupa di strutture e rischio sismico sia in ambito professionale che come componente di Organi Tecnici, Comitati, Associazioni. Autore di pubblicazioni in materia e docente in numerosi corsi e seminari. Le schede allegate in Excel sono state realizzate da Matteo Vandi, laureato in Ingegneria civile, con una predisposizione sviluppata durante il percorso di studi per le strutture e ponti e una particolare attitudine al calcolo automatico.

Andrea Barocci | 2020 Maggioli Editore

54.00 €  51.30 €

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento