Superbonus e agevolazioni prima casa, più tempo per trasferire la residenza

Grazie al Semplificazioni bis il termine per trasferire la residenza in caso di acquisto di immobile sottoposto a interventi agevolati con Superbonus passa da 18 a 30 mesi. Stessa estensione anche per il Sismabonus Acquisti

Scarica PDF Stampa

Come è noto, per non perdere le agevolazioni prima casa è necessario trasferire la propria residenza nel nuovo immobile acquistato entro il termine di 18 mesi. Se però l’immobile è soggetto a interventi di ristrutturazione agevolabili con il Superbonus 110% questo termine diventa più lungo, arrivando a 30 mesi.

È questa la novità inserita nel Decreto Semplificazioni bis (articolo 33 bis, Ulteriori misure in materia di incentivi di cui all’articolo 119 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34) approvato in Senato il 28 luglio scorso (>> leggi e scarica qui il testo coordinato del Decreto Legge Semplificazioni Bis con le modifiche apportate dalle Commissioni).

Nello specifico, l’articolo in esame, alla lettera c), prevede l’introduzione del nuovo comma 10-bis all’articolo 119 del D.L. 34/2020, stabilendo che nel caso di acquisto di immobili sottoposti ad uno o più interventi di efficientamento energetico rientranti nel Superbonus (art. 119 comma 1, lettere a), b) e c) del DL 34/2020) il termine per stabilire la residenza (lettera a), della nota II-bis), all’articolo 1 della tariffa, parte prima, allegata al decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131) è di 30 mesi dalla data di stipula dell’atto di compravendita.

>>> Per tutte le altre novità sul Superbonus introdotte dal Semplificazioni bis LEGGI QUI
>>> Ti piacciono articoli come questo? Ricevili direttamente!

Ricordiamo che le agevolazioni prima casa consistono nel versamento di imposte ridotte sull’atto di acquisto. Le casistiche sono due:

  • se il venditore è un privato (o un’azienda che vende in esenzione Iva) si applicano:
    1. l’imposta di registro nella misura del 2%, anziché del 9%, sul valore catastale dell’immobile;
    2. l’imposta ipotecaria e catastale nella misura fissa di 50 euro ciascuna
  • se il venditore è un’impresa con vendita soggetta a Iva: sono dovute l’imposta di registro, quella ipotecaria e quella catastale nella misura fissa di 200 euro, oltre all’Iva ridotta del 4%, anziché 10%.

Ricordiamo anche che le agevolazioni prima casa non si applicano in caso di acquisto di immobili appartenenti alle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in ville) e A/9 (castelli e palazzi di eminenti pregi artistici e storici).

Abbiamo parlato di agevolazioni prima casa anche in questi articoli:

Agevolazioni prima casa: valide anche se hai solo un garage
Agevolazioni prima casa per il secondo box acquistato?
Agevolazioni Prima Casa: vendendo entro 5 anni, i benefici decadono?

Sismabonus Acquisti: 30 mesi per la rivendita

Stessa estensione anche per il cosiddetto Sismabonus Acquisti. Lo stesso articolo 33 bis lettera c), prevede infatti anche l’introduzione del nuovo comma 10-ter all’articolo 119 del D.L. 34/2020, che stabilisce ci siano 30 mesi di tempo, e non più 18, per la rivendita da parte diimprese di costruzione o ristrutturazione di immobili ricostruiti usufruendo del Sismabonus (>> qui trovi tutti i dettagli sul Sismabonus Acquisti).

Consigliamo:

Superbonus 110%

Il Superbonus 110%, prorogato al 2022, continua a essere fonte di dubbi e criticità anche in considerazione dei diversi interventi interpretativi dell’Agenzia delle Entrate.Il presente testo vuole essere uno strumento operativo per affrontare le questioni più problematiche e di maggior interesse in virtù della più recente normativa e prassi.Il volume è diviso in due parti. La prima raccoglie 200 quesiti e risposte alla luce dei chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate, del MEF e dell’ENEA.Nella seconda parte è riportata una guida completa e sistematica su tutta la tematica inerente il Superbonus 110%.Il Testo è aggiornato con la Legge di Bilancio 2021 n. 178 del 30.12.2020 e con la Circolare Agenzia delle Entrate n. 30 del 22.12.2020.Antonella DonatiGiornalista professionista, ha al suo attivo diversi anni di giornalismo parlamentare con particolare attenzione all’approvazione delle misure di carattere finanziario e alle manovre di bilancio. In questo ambito si occupa espressamente di tematiche fiscali, contributive e previdenziali. È autrice di numerosi volumi, articoli e saggi in materia.

Antonella Donati | 2021 Maggioli Editore

20.00 €  19.00 €

Immagine: iStock/Nuthawut Somsuk

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento