Crediti incagliati imprese, la piattaforma web di CNA e Harley&Dikkinson

Per offrire una risposta concreta all’emergenza dei crediti incagliati nei cassetti fiscali delle imprese, CNA Costruzioni ha rafforzato la sua partnership con H&D sviluppando una piattaforma digitale per la raccolta delle pratiche/crediti esistenti

Scarica PDF Stampa
Già da tempo CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa – sta chiedendo al Governo soluzioni efficaci per risolvere l’emergenza dei crediti incagliati (>> ne abbiamo parlato in questo articolo).

La Legge di conversione del Decreto Blocca Cessioni (Legge 11 aprile 2023, n. 38), in vigore dal 12 aprile scorso, ha introdotto varie novità, ma senza fornire una soluzione definitiva a questo problema.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

Per conoscere alcune delle novità in materia, consigliamo la lettura degli articoli di approfondimento:
– Spalma crediti Superbonus in 10 anni: come funziona e chi può beneficiarne
– Lavori in edilizia libera 17 febbraio? Ok cessione credito con accordo vincolante tra le parti
Chi può ancora optare per cessione credito e sconto in fattura
Conversione decreto stop cessioni. Proroga 110 unifamiliari e accordo vincolante per lavori periodo transitorio
– Remissione in bonis solo per banche, nessuna proroga cessione oltre il 31 marzo a soggetti diversi

Piattaforma crediti CNA con H&D

Per offrire una risposta concreta all’emergenza dei crediti incagliati nei cassetti fiscali delle imprese, CNA Costruzioni ha rafforzato la già esistente partnership con Harley&Dikkinson sviluppando una piattaforma digitale per la raccolta delle pratiche/crediti esistenti. La piattaforma include anche utili servizi di back office erogati direttamente da H&D per la verifica delle pratiche, la comunicazione all’Agenzia delle Entrate e la successiva aggregazione, cessione e liquidazione dei crediti fiscali.

Grazie alla piattaforma web sarà attivato un processo nei confronti del sistema bancario, così che gli intermediari finanziari possano mantenere il credito nel proprio cassetto fiscale per utilizzarlo in compensazione.

I singoli istituti di credito potranno vedere aggregati in un’unica cessione i crediti precedenti il primo maggio 2022 (non tracciabili), accedere a un elenco facsimile di Cassetto Fiscale per l’accettazione agevolata dei crediti tracciabili, e liquidare con bonifico unico a un Fondo Aggregatore (Fondo H&D), che sarà anche in grado di effettuare l’AML (Anti Money Laundering) sulle imprese associate a CNA Costruzioni.

>> Non perdere il webinar Come evitare il contenzioso Superbonus: strategie e consigli tecnici, legali e fiscali <<

Consigliamo

Immagine: iStock/anyaberkut

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento